Da cosa dipende il prezzo di una t-shirt?

Un conto è sapere quanto costi una maglietta stampata, tutt’altra cosa è capire da dove arrivi quel prezzo. Ed è giusto capire che cosa si stia comprando.
Noi crediamo che la trasparenza sia essenziale, e vogliamo dare ai nostri clienti la possibilità di comprendere fino in fondo da dove venga la convenienza di Stamp’a’Biella; per questo, se vorrai dedicarci un attimo, qui di seguito trovi una spiegazione di tutto il processo produttivo di un capo stampato. Per sapere cosa compri, e per capire quanto lavoro facciamo per te.

Oltre al valore intrinseco del capo acquistato (ci sono numerose tipologie di tessuto, che fanno variare anche sensibilmente il prezzo finale del capo), un fattore che influisce parecchio sul prezzo finale è il tipo di stampa eseguito.
La stampa per scopi promozionali su tessuto si divide in tre distinte tipologie: la stampa a getto d’inchiostro, la stampa in serigrafia e la stampa termosaldata; ognuna di queste lavorazioni ha i propri vantaggi, e ora andremo ad analizzarli.

  • Stampa a getto d’inchiostro
    Questa tecnica è la più semplice delle tre di cui parleremo, perché il capo da personalizzare è trattato come se fosse un semplice foglio di carta su cui si stampa con un particolare macchinario. Questo tipo di lavorazione offre risultati eccellenti anche con immagini molto complesse e colorate, e non avendo costi di realizzazione per l’impianto è indicata anche per tirature con pochi pezzi.
  • Stampa in serigrafia
    Questa tecnica consente di stampare su qualsiasi substrato, perché la stampa avviene per applicazione di un pigmento che col calore viene poi fissato sul tessuto. La stampa serigrafica permette di ottenere risultati eccellenti in termini di solidità dell’immagine e di brillantezza del colore, ma ha il difetto di essere più costosa perché richiede la realizzazione di un impianto, ed è quindi poco indicata per lavorazioni su pochi pezzi o con immagini molto particolareggiate. Al contrario però, una volta sostenuto il costo d’impianto la stampa singola risulta meno cara e per questa ragione sulle grandi quantità è fortemente consigliata.
  • Stampa termosaldata
    Con questa tecnica la stampa avviene su di una pellicola di PVC speciale; questa pellicola viene poi applicata sul capo da personalizzare fissandola con una pressa ad alta temperatura. Questa lavorazione permette di ottenere immagini di altissima qualità e con un particolare effetto “3D”, ma non è adatta a tutti i tipi di tessuto a causa della necessità di termofissare la pellicola stampata. Viene utilizzata soprattutto nel settore sportivo, ad esempio per le magliette da calcio, il suo costo varia a seconda dell’area di vinile termosaldabile utilizzato nel processo di stampa.

Concludendo, il costo di una T-shirt è calcolabile conoscendo il costo di base del capo da stampare, e questo può variare di molto a seconda della qualità. Dopo di che deve essere aggiunto il costo dell’impianto se la stampa viene effettuata con la tecnica della serigrafia, oppure se si trattasse di una stampa a getto di inchiostro o di una stampa termosaldata il costo del materiale o inchiostro usato per la stampa. Un ultimo fattore di cui tenere conto è la manodopera per la produzione del pezzo.